ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Macedonia del nord vicina alla Nato

euronews_icons_loading
Macedonia del nord vicina alla Nato
Diritti d'autore  REUTERS/Ognen Teofilovski
Dimensioni di testo Aa Aa

Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg è in Macedonia del Nord. Ha avuto colloqui, tra gli altri, con il presidente Stevo Pendarovski e con il premier Zoran Zaev e con il ministro della Difesa Radmila Sekerinska. La visita avviene in concomitanza con quella del Consiglio atlantico. "L'adesione alla Nato significa che 29 paesi alleati sono pronti a difendere il vostro paese", ha affermato il segretario generale della Nato.

Riferendosi all'accordo dello scorso anno con la Grecia sul nome del Paese ex jugoslavo, Stoltenberg ha detto che "Skopje e Atene hanno dato prova di determinazione storica, riuscendo a risolvere una disputa che durava da decenni. "Ciò dimostra che il cambiamento è possibile e che il coraggio viene ripagato".

La grecia aveva bloccato il prossimo membro della NATO dal 2008, dicendo che l'uso del termine "Macedonia" sottitende rivendicazioni territoriali sulla provincia settentrionale greca che ha lo stesso nome e avrebbe così usurpato il toponimo greco.

Così il premier Zaev: "Abbiamo atttivamente partecipato alla coalizione anti-Isis Voglio sottolineare chhe la nostra partecipazione nella struttura Nato è basatta su di una continua collaborazione che segue e riforme che ci stiamo realizzando.

Quattordici membri della NATO hanno ratificato l'adesione.