Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

TV: si conclude "Il Trono di Spade", un successo planetario

TV: si conclude "Il Trono di Spade", un successo planetario
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo otto stagioni e ben 73 episodi, si è conclusa la serie fantasy della HBO, "The Game of Thrones, Il Trono di Spade.

Un successo di livello mondiale, che ha ricevuto numerosi riconoscimenti: per l'ultimo episodio, a New York è stata organizzata una festa che ha lasciato denotare reazioni contrastanti.

"Pensavo ci sarebbe stato un finale più drammatico - dice questa ragazza - non posso credere che questo sia l'ultimo episodio, vorrei che ce ne fossero altri, a seguire".

"Beh, è ​​fantasia, la gente ha bisogno di una fuga, ma è anche politica, avventura, annovera tutti gli aspetti dell'amore".

Anche Stephen King ha voluto twittare il proprio pensiero per la fine della serie, definita "innovativa", ringraziandone autore e produttori.

"Cinguettii" di dispiacere misto a ringraziamenti, sono giunti anche da parte di attori e sceneggiatori del cast, come Nathalie Emmanuel e Liam Cunningham.

Durante le otto stagioni, sono state effettuate riprese in Irlanda del Nord, Canada, Croazia, Islanda, Malta, Marocco, Scozia, Spagna e Stati Uniti.

Con "Il Trono di Spade", HBO ha certamente innovato gli standard per la produzione di serie TV.

"Ha cambiato le regole in termini di investimenti - dice il critico televisivo Nick Hilton - la TV è ancora un mezzo di comunicazione relativamente modesto, stiamo parlando di 15 milioni di dollari ad episodio per questo finale di stagione, ma si è riscoperto un patrimonio da record d'incassi".

Quella conclusiva è stata la stagione più vista nella storia della serie, con oltre 18 milioni di spettatori.

L’ultimo episodio è andato in onda. C’è chi l’ha visto, chi lo guarderà questa sera e chi aspetterà di vederlo doppiato...

Publiée par Il trono di spade sur Lundi 20 mai 2019