Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Notre Dame: la struttura in pietra è salva, non crollerà

Notre Dame: la struttura in pietra è salva, non crollerà
Dimensioni di testo Aa Aa

I pompieri dopo 4 ore di incendio, domate ma non spente le fiamme a Notre Dame, hanno detto che la struttura in pietra della Chiesa è salva. Non crollerà.

Il presidente francese Emmanuel Macron sul posto ha ringraziato i pompieri e detto che "La cattedrale tornerà più bella di prima". Anche se "è stata vinta una battaglia" ma la guerra non è ancora finita, continuerà nelle prossime ore. La polizia regionale indaga per incendio involontario.

In rosso, la parte che sappiamo essere andata distrutta dopo il terribile incendio del 15 aprile 2019

L'incendio alle 19

Un incendio sviluppatosi nel tardo pomeriggio sta divorando la cattedrale parigina, uno dei simboli della capitale francese.

Apparentemente le fiamme si sono sviluppate su una impalcatura: da qualche giorno infatti erano cominciati dei lavori di restauro e, secondo quanto reso noto dai vigili del fuoco, l'incendio portrebbe essere legato proprio a questi lavori.

Le fiamme stanno bruciando il tetto cattedrale e in poche ora hanno causato il crollo della parte superiore della guglia.

La polizia ha deviato il traffico nella zona per facilitare il compito dei vigili del fuoco e ha evacuato l'intera zona. Al momento non risultano esserci dei feriti.

Il sindaco, Anne Hidalgo, ha parlato di "incendio terribile" mentre il presidente Macron ha annullato il discorso al Paese, previsto per stasera.

Il presidente francese Emmanuel Macron, che avrebbe dovuto annunciare attese riforme in diretta tv alle 20, ha rinviato l'intervento e si sta recando a Notre-Dame, la cattedrale divorata dalle fiamme di un enorme incendio. Sul posto è atteso anche il premier Edouard Philippe.

"Notre-Dame di Parigi in preda alle fiamme. Emozione di tutta una nazione. Pensiero per tutti i cattolici e per tutti i francesi. Come tutti i nostri compatrioti, staera sono triste di vedere bruciare questa parte di noi", ha scritto in un tweet il presidente francese.

Viceministro dell'Interno: "Salvataggio della cattedrale non è garantito"

Il salvataggio della cattedrale di Notre Dame "non è garantito". Sono le parole del viceministro dell'Interno, Laurent Nunez, presente sul luogo del disastro.

Distrutta da fiamme, crolla la guglia

La guglia centrale della cattedrale Notre Dame è crollata, distrutta dalle fiamme che l'hanno avvolta. "È una catastrofe, viene da piangere, non riesco ad immaginare un simile disastro": lo ha dichiarato Philippe Villeneuve, l'architetto responsabile dei lavori di restauro della cattedrale di Notre-Dame, dove è in corso un violento incendio che ha fatto crollare la guglia dell'edificio.

Il tetto della cattedrale è collassato

Il tetto della cattedrale di Parigi è collassato all'interno dell'edificio. Tutta la struttura lignea della cattedrale parigina di Notre-Dame "sta per bruciare e non ne rimarrà più nulla", mentre rimane da vedere se la volta dell'edificio sarà in grado di proteggere la parte sottostante: lo ha dichiarato il portavoce fella Cattedrale. Come ricorda il quotidiano francese Le Parisien, la struttura lignea risale in parte al XIX e in parte al XIII secolo.

Incendio si propaga in una delle due torri

L'incendio a Notre Dame si è propagato in una delle due torri della cattedrale dalla quale si alza una colonna di fumo nero.

Portavoce, "brucia tutto, non resterà nulla"

Sta bruciando tutto. Non resterà nulla" delll'interno in legno. Lo ha detto ai media francesi il portavoce della amministrazione di Notre Dame, Andre Finot, riferendosi alle fiamme che stanno distruggendo la cattedrale di Parigi.

Vigili del fuoco: "Non siamo sicuri di poter fermare la diffusione dell'incendio"

Non siamo sicuri di poter fermare la diffusione dell'incendio prima che raggiunge il campanile nord". A riferirlo a 'Le Monde' è un portavoce dei vigili del fuoco di Parigi. "Alcune lance hanno problemi di ampliamento. Siamo più efficienti all'interno della cattedrale", spiega il portavoce sottolineando che sono al lavoro circa 400 vigili del fuoco. "Abbiamo inviato importanti mezzi, due elicotteri, mezzi aerei e due mezzi sulla sena".

La Santa Sede: "Choc e tristezza"

"La Santa Sede ha accolto con chok e tristezza la notizia del terribile incendio che ha devastato la Cattedrale di Notre Dame, simbolo della cristianità in Francia e nel mondo. Esprimiamo vicinanza ai cattolici francesi e alla popolazione di Parigi e assicuriamo le nostre preghiere per i pompieri e quanti stanno facendo il possibile per far fronte a questa drammatica situazione". È quanto dichiara in una nota il direttore della Sala Stampa della Santa Sede.

Troppo presto per ipotizzare le cause

Troppo presto" per ipotizzare la causa dell'incendio che sta devastando la cattedrale di Notre Dame a Parigi. Sono le parole del procuratore di Parigi, Rémy Heitz.

Il pellegrinaggio di Parigi verso l'opera in fiamme

Tutte le strade che portano alla cattedrale sono percorse da una processione interminabile, con i parigini in lacrime di fronte allla distruzione. "È orribile", "una tristezza senza confronti". Il dolore educato dei parigini che si recano a rendere omaggio a Notre Dame oltraggiata dalle fiamme è come un coro unanime: orrore e tristezza, è il sentimento sprigionato dal fuoco che ancora viola il tetto della cattedrale di Parigi.

400 pompieri mobilitati per incendio

Sono 400 i vigili del fuoco mobilitati per domare l'incendio. Lo ha reso noto il Ministero degli Interni francese, rpecisando che al momento non vi sono feriti. I pompieri stanno al momento operando con degli elevatori meccanici posizionati all'esterno dell'edificio nel tentativo di domare le fiamme divampate sul tetto della cattedrale.