ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brexit, May ancora sconfitta, Corbyn: "Elezioni anticipate"

Brexit, May ancora sconfitta, Corbyn: "Elezioni anticipate"
@ Copyright :
Jessica Taylor
Dimensioni di testo Aa Aa

La Camera dei Comuni britannica ha bocciato per la seconda volta l'accordo sulla Brexit patrocinato dal governo della premier Theresa May. I deputati a favore sono stati 242, quelli contrari 391. Lo scarto è stato di 149 voti, inferiore rispetto ai meno 230 del primo tentativo andato a vuoto nel gennaio scorso quando si registro' la peggiore sconfitta mai subita da un governo di Sua Maestà nella storia moderna del Regno Unito. Ora appuntamento al voto di mercoledì con la Premier sconfitta che che ha confermato che intende mettere ai voti una nuova mozione 'no deal sì o no deal no'.

Theresa May "Voglio essere chiara: votare contro la Brexit senza un accordo e per un'estensione del periodo non risolve i problemi che dobbiamo affrontare, l'Unione Europea vorrà sapere che significato intendiamo dare alla richiesta di allungare i tempi. Questa Assemblea dovrà rispondere a questa domanda. Vuole revocare l'articolo 50? Vuole un secondo referendum? O vuole partire con un accordo ma non questo tipo di accordo? Queste sono scelte non proprio desiderabili, ma grazie alla decisione odierna, questo Parlamento dovrà affrontarle".

Duro il leader dell'opposizione laburista britannica, Jeremy Corbyn che ha replicato a Theresa May accusandola di aver fatto passare il tempo deliberatamente e l'ha sfidata a scegliere a questo punto la strada delle urne.

Jeremy Corbyn "Grazie, signor presidente. Il governo è stato nuovamente sconfitto, e con un'enorme maggioranza, e ora devono accettare che il loro accordo, la loro proposta, quella che il Primo Ministro ha spiegato, è chiaramente morta e non ha il sostegno del Parlamento. Il contratto di Governo del Primo Ministro si è concluso e forse è tempo di andare a delle elezioni anticipate per far scegliere alla gente da chi realmente vuole essere rappresentata"

Il leader laburista ha affermato anche che riproporrà alla Camera dei Comuni la sua 'Brexit soft'. Fuori da Westminster, come consuetudine, dal primo pomeriggio una folla di persona era in attesa del verdetto della votazione.