EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Russia: una legge contro le fake news

Russia: una legge contro le fake news
Diritti d'autore 
Di Galina PolonskayaStefania De Michele
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Via libera dalla Duma, adesso la norma passa al vaglio del Senato.

PUBBLICITÀ

Il problema della linea di discrimine, quella oltre la quale l'informazione si trasforma in tarocco, è risolto con l'attivazione di un'autorità garante. È la risposta della Duma alla diffusione delle fake news su Internet. La camera bassa russa ha infatti approvato la norma che prevede il divieto di pubblicazione sui "media online" e nelle reti d'informazione di "notizie non verificate, presentate come fatti" e dà il potere alle autorità di bloccare le testate che non rimuovono i contenuti cassati.

Sergey Boyarsky, deputato di Russia Unita, è favorevole alla normativa.

"La legge non vieta il diritto di critica, non impedisce di esprimere opinioni, giudizi o punti di vista diversi da quelli ufficiali - spiega Boyarsky - solo i fatti, e non le opinioni e i giudizi, possono essere veri o falsi, e quindi possono essere sanzionati da questa legge".

La legge passa adesso al vaglio del Senato per poi chiudere l'iter con la firma di Vladimir Putin.

Assolutamente contrario è invece Aleksei Kuriny, vice presidente del Partito Comunista russo.

"L'informazione - dice Kuriny - sarà determinata da istituti appositamente creati, qualcosa tra l'ufficio del procuratore della Repubblica e l'autorità garante, il Roskomnadzor (Servizio federale per la supervisione delle comunicazioni, Information Technology e Mass Media). Essi determineranno se l'informazione è decente o indecente, se insulta o meno la "moralità pubblica". Questa è una delle opzioni per introdurre la censura nella Federazione Russa".

L'analisi dell'inviata di Euronews, Galina Polonskaya:

"Di fatto, la diffusione delle fake news è equiparata all'incitamento alle rivolte di massa o, per esempio, all'estremismo. Inoltre, gli account e i blog dei normali utenti di Internet, colti nella rete delle notizie false, saranno immediatamente bloccati, senza preavviso, e i loro autori potranno incorrere in gravi sanzioni pecuniarie".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Mosca, miglaia in piazza contro la "cortina di ferro" su internet

Russia: fake news e limitazione della libertà di parola

Russia e Corea del Nord rafforzano la cooperazione, non solo militare