ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cinema, Fantasporto 2019: ecco i premi della 39esima edizione

Cinema, Fantasporto 2019: ecco i premi della 39esima edizione
Dimensioni di testo Aa Aa

La 39esima edizione del Festival internazionale del Cinema di Porto si conclude con l'assegnazione dei premi a film provenienti da Australia, Cina, Corea del Sud, Filippine, Regno Unito, India, Israele, Polonia ed Ungheria.

La produzione cinematografica asiatica attira buona parte dell'attenzione generale: il primo premio nella sezione Fantastic Film va a "The Last Sunrise", primo lungometraggio dell'esordiente regista cinese-americano Wen Ren.

Si tratta di uno dei primi film di fantascienza prodotti in Cina: la pellicola induce ad immaginare cosa accadrebbe se il Sole implodesse, i protagonisti debbono attraversare il Paese alla ricerca di un posto dove sopravvivere.

Wen Ren, regista:

"Abbiamo affrontato la sfida di dover allestire un viaggio fantascientifico, una storia guidata dai personaggi, in soli 14 giorni.

Abbiamo percorso 1600 km attraverso la Cina e l'abbiamo fatto a -26 gradi: onestamente, tutti hanno avuto un momento molto difficile affinchè ogni cosa andasse a buon fine".

Anton Bitel, critico cinematografico:

"C'è dentro un po' di horror, un po' di fantascienza, un bel po' di cinema apocalittico, paradossi temporali e anche alcune cose bizzarre e strane".

Tra le pellicole favorite, "In Fabric" del britannico Peter Strickland, un giallo ambientato nel 1993 con un'estetica anni '70, uno sguardo buffo nei confronti del consumismo, del feticismo e degli annunci di cuori solitari.

"In Fabric" vince il Premio speciale della Giuria, dopo aver collezionato premi e nomination in altri nove Festival.

[ Alumni News ] , the second feature film of director Carlo Enciso Catu, our beloved and talented...

Publiée par Film Leaders Incubator: FLY sur Lundi 4 mars 2019