EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Caso Thyssen, niente colpo di spugna

Caso Thyssen, niente colpo di spugna
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Scongiurata la scarcerazione anticipata

PUBBLICITÀ

Il colpo di spugna della Germania sui manager tedeschi della Thyssen condannati in Italia, sembra al momento scongiurato. L’ordine di carcerazione dei due manager, emanato in Italia nel 2016, è applicabile anche in Germania. Lo ha deciso il Tribunale regionale di Essen, che si è pronunciato in proposito il 17 gennaio sul caso di Harald Espenhahn, e il 4 febbraio su Gerald Priegnitz. Secondo quanto ha spiegato il portavoce dello stesso Tribunale, i due manager hanno impugnato la decisione, presso la corte di appello di Hamm. E non potranno essere arrestati prima della pronuncia.

In Germania i due manager non potranno comunque scontare una pena superiore ai 5 anni di carcere, e cioè il massimo previsto per il reato di omicidio colposo, ha chiarito ancora il portavoce. La Cassazione, in Italia, aveva condannato Espenhahn a 9 anni e 8 mesi, e Priegnitz a 6 anni e 10 mesi, in seguito al rogo del 6 dicembre 2007, negli stabilimenti di Torino, dove morirono 7 persone.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania: il parlamento affronta la crescente violenza contro i politici

Germania, migranti: reazioni divise al nuovo bancomat per i richiedenti asilo

Germania, si apre processo contro i Cittadini del Reich per un tentato colpo di Stato