ULTIM'ORA

Judo, Grand Slam di Parigi: quattro ori per il Giappone

Judo, Grand Slam di Parigi: quattro ori per il Giappone
Dimensioni di testo Aa Aa

PARIGI (FRANCIA) - Nella prima giornata del Grande Slam di judo di Parigi, la nostra donna del giorno è l'eroina nazionale, la 26enne francese Clarisse Agbegnenou.

Trionfo per Clarisse

La tre volte campionessa del mondo ha affrontato la slovena Tina Trstenjak, campionessa olimpica, in una battaglia tra titani decisa da un waza ari di Agbegnenou.
Un momento fantastico per quella che è considerata attualmente la migliore judoka del mondo. Pubblico francese in visibilio.

Clarisse Agbegnenou Ha ricevuto la sua medaglia dal Ministro francese della Gioventù e dello Sport, l'ex nuotatrice Roxana Maracineanu.

Il bacio tra Clarisse Agbegnenou e Roxana Maracineanu.

E Sebastian Coe premia Naohisa Takato

Il nostro uomo del giorno è stato un altro triplo campione del mondo, il giapponese Naohisa Takato, che ha superato il campione del mondo 2015 Yeldos Smetov, battendo il kazako per un decisivo waza ari.

Naohisa Takato è stato premiato da Sebastian Coe, grande mezzofondista degli anni '80, ora Presidente della Federazione Internazioanle di atletica leggera (IAAF) e già Presidente del comitato organizzatore delle Olimpiadi di Londra 2012.

"Il pubblico qui è il più vivace di tutti i tornei del mondo, quindi c'è una così bella atmosfera, e trovo più facile fare il mio miglior judo proprio qui a questo evento....", ha dichiarato Nahoisa Takato.

Doppietta giapponese

Un superbo ashi-waza, tecnica di gambe, di Ami Kondo ha regalato un altro oro al Giappone, battendo la kosovara Distria Krasniqi nella finale della categoria -48 chilogrammi.

Ami Kondo è stata premiata da un altro grande ospite VIP, Francesco Ricci Bitti, Presidente dell'ASOIF associazione delle federazioni internazionali olimpiche estive.

Francesco Ricci Bitti, storico dirigente sportivo italiano.

Tripletta e quadrupletta giapponese

Di nuovo in forma Soichi Hashimoto, nella categoria meno di 73 chilogrammi: ha vinto l'oro con un ippon - atterramento completo - contro il mongolo Tsogtbaatar Tsend-ochir.

Il quarto oro giapponese lo conquista Ai Shishime, nei -52 donne.

Soichi Hashimoto.

Finale tutta canadese

Finale tutta canadese tra Christa Deguchi e Jessica Klimkait: si sono scontrate per decidere il titolo della categoria -57 chili.

E' stata una bella sfida, l'ha spuntata Christa Deguchi. grazie ad un waza ari ngli ultimi secondi della finale.

"Nel 2018 ha vinto il Grand Slam di Osaka, quindi qui ho sentito molto la pressione, prima della finale, poi ho visto che ero contro Jessica e questo è stato un match importante che non potevo perdere. C'era tanta pressione, ma sono contenta. Ho vinto, sono felice", commenta Christa Deguchi durante le interviste del dopo-gara.

Nadia Comăneci premia Denis Vieru

Un monumentale ippon del moldavo Denis Vieru contro il Georgiano Vazha Margvelashvili gli ha fatto guadagnare il suo primo oro del tour mondiale del judo.
A premiare Vieru con la sua medaglia d'oro nella categoria meno 66 chilogrammi è stata la campionessa olimpica di ginnastica, la mitica Nadia Comăneci.

È proprio Nadia Comăneci!

La mossa del giorno

Shmailov fa letteralmente volare Lombardo.

La nostra mossa del giorno arriva proprio dalla categoria -66 kg: l'israeliano Baruch Shmailov ha stordito l'azzurro Manuel Lombardo, campione del mondo Junior e recente vincitore del Grand Prix a Tel Aviv, con un devastante ippon, regalandosi la meritata medaglia di bronzo.

De bronzi anche per gli italiani

Li hanno conquistati Odette Giuffrida (-52 kg) e per il campione olimpico Fabio Basile (-73 kg).

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.