ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Maduro non cede all'ultimatum europeo. E a Trump: "Avrai le mani insanguinate"

Maduro non cede all'ultimatum europeo. E a Trump: "Avrai le mani insanguinate"
Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro non cede all'ultimatum dell'Unione europea, che aveva annunciato il riconoscimento del suo contendente Guaidò se non avesse indetto nuove elezioni presidenziali. In una intervista alla tv spagnola La Sexta, parlando dell'ipotesi di un intervento armato degli Stati Uniti, Maduro ha descritto uno scenario da pre-guerra civile.

"La gente già si sta armando, dal punto di vista professionale, dal punto di vista istituzionale, e dal punto di vista costituzionale. Un vecchio adagio dice: se vuoi la pace prepara la guerra. A me piace ripeterlo in un altro modo: se vuoi la pace preparati a difenderla. Noi ci stiamo preparando per difendere il diritto alla pace". E poi, diretto a Trump: "Stai commettendo errori che ti sporcheranno le mani di sangue. Lascerai la presidenza con le mani insanguinate".

Ieri Maduro aveva accolto la richiesta di nuove elezioni politiche, una concessione considerata insufficiente tanto da Francia, Spagna, Germania, Olanda, Portogallo e Gran Bretagna, quanto da Washington. Tutti insistono a chiedere un cambio di governo a Caracas e il consigliere Usa per la sicurezza nazionale Bolton si spinge ad annunciare l'imminente "invio di aiuti umanitari" ai venezuelani.

Si approfondisce intanto lo scontro tra bolivariani e opposizione, che dopo l'autoproclamazione di Guaidò a capo dello Stato, punta su una pronuncia in suo favore da parte delle forze armate.