Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Theresa May risponde alla Camera prima di tornare a Bruxelles

Theresa May risponde alla Camera prima di tornare a Bruxelles
Diritti d'autore
REUTERS/Peter Nicholls
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo che il voto sugli emendamenti del 29 gennaio ha meglio delineato il piano d'azione per la Brexit, ovvero tornare a Bruxelles e negoziare modifiche all'accordo di novembre principalmente sul meccanismo di backstop tra le due Irlande, l'attenzione ora si sposta sulle prossime mosse della premier britannica Theresa May. Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ha già fatto sapere che l’Ue non ha intenzione di riaprire i negoziati con Londra.

L'introduzione di "soluzioni alternative" al backstop garantisce alla May "un mandato forte" per riprendere i colloqui con Bruxelles, secondo quanto ha detto il suo ministro per la Brexit, Stephen Barclay a Bbc Radio 4. Barclay ha confermato che contatti con leader Ue sono in programma fin dalle prossime ore, nonostante le reazioni europee finora negative e il no a qualunque revisione del backstop ribadito oggi anche dal vicepremier di Dublino, Simon Coveney.

Per Barclay, May ha "trasformato ieri sera in vittoria la sconfitta" patita 2 settimane alla Camera con 230 voti di gap. Il ministro ha inoltre confermato che, prima di possibili missioni a Bruxelles, May vedrà oggi parallelamente il leader dell'opposizione laburista, Jeremy Corbyn: il quale ha accettato di aprire una consultazione diretta dopo l'apertura fatta dalla premier su una mozione non vincolante contraria allo spettro di una Brexit no deal approvata sempre ieri a Westminster.

Theresa May risponde oggi alle domande dei colleghi deputati alla House of Commons. Qui trovate un breve resoconto.