ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Morto senegalese, protesta a Livorno

Morto senegalese, protesta a Livorno
Nessuna chiamata ma Asl smentisce, famiglia chiede riesumazione
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – LIVORNO, 23 GEN – Un gruppo di senegalesi, circa un
centinaio, ha protestato nell’atrio dell’ospedale di Livorno
contro l’Azienda sanitaria non avrebbe avvertito della morte di
un loro connazionale in ospedale dove è stato ricoverato per 5
mesi. Proprio per la mancata comunicazione, dicono, non è stato
possibile mettere in pratica la procedura che di solito la
comunità attua, ossia il rito mussulmano e il ritorno del
feretro nel suo Paese. Infatti, visto che nessuno ne aveva
reclamato il corpo, dopo 48 ore all’obitorio, era stato
seppellito a spese del Comune. L’Asl, che spiega di aver assicurato a lui tutte le cure del
caso, dice che nessuno ha risposto, dopo il decesso, alle
chiamate fatte ai due cellulari che lui aveva indicato, e
neppure al messaggio inviato. Per questo era stato sepolto. Oggi, invece, i familiari hanno chiesto un incontro
all’Amministrazione comunale e domani vedranno i dirigenti
delegati dal sindaco per chiedere ufficialmente la riesumazione
del corpo.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.