Prandelli, giocare alle 15 è sconfitta

Prandelli, giocare alle 15 è sconfitta
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - GENOVA, 19 GEN - "Giocare alle 15 è una sconfitta per tutti". Cesare Prandelli in vista di Genoa Milan non ha dubbi: l'anticipo alle 15 di lunedì, giorno lavorativo, colpisce soprattutto i genovesi. "E' una brutta sconfitta perché la città avrebbe meritato un orario diverso -dice Prandelli- perché le persone che lavorano vanno rispettate, chi ha pagato l'abbonamento come i nostri 18 mila abbonati ha altri impegni. E' una città che lavora, una città in difficoltà. È una sconfitta per tutti". Stadio vuoto e possibile contestazione per la cessione di Piatek, non sarà una gara facile: "Spero non ci siano troppe cose assieme perché abbiamo già il Milan da affrontare -dice il tecnico. Mi auguro di poter scendere in campo e trovare i tifosi vicini. Abbiamo bisogno della gente perché noi lavoriamo per la gente. Capisco la contestazione e l'amarezza. Questo è un calcio che per i tifosi è difficile da accettare. Ma noi dobbiamo essere seri e professionisti e spero che i miei giocatori non rimangano condizionati da questi eventi".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il ministro dell'Interno britannico in Italia: "Soluzioni innovative per fermare i migranti"

Senato Usa approva pacchetto da 95 miliardi per Ucraina e Israele, Biden: armi a Kiev in settimana

Gaza, Borrell: "Distruzione nella Striscia peggiore che in Germania nella Seconda guerra mondiale"