ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Piacenza ricorda 8 vittime del Pendolino

Piacenza ricorda 8 vittime del Pendolino
Decine i feriti. A bordo c'era anche Cossiga, che rimase illeso
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – PIACENZA, 12 GEN – Piacenza ha ricordato, con una
Messa e la benedizione della stele commemorativa, le otto
vittime del deragliamento del Pendolino Milano-Roma, avvenuto
alle 13.26 di domenica 12 gennaio 1997 all’uscita del ponte sul
Po a poche centinaia di metri dalla stazione cittadina, che
provocò otto morti e decine di feriti. Le vittime, di età fra i 23 e i 73 anni, furono i due
macchinisti dell’Etr 460, due agenti Polfer, due hostess della
ristorazione e due passeggere. Si trovavano nelle prime carrozze
dell’Eurostar ‘Botticelli’, quelle dove l’impatto fu più
devastante. A bordo del convoglio viaggiava anche il presidente
emerito della Repubblica Francesco Cossiga, che non riportò
conseguenze. I funzionari e i dirigenti delle Fs finiti sul banco degli
imputati per disastro ferroviario colposo, omicidio colposo
plurimo e lesioni colpose furono assolti in primo grado e in
appello ‘per non aver commesso il fatto’, mentre i vertici delle
Fs di allora erano già stati in precedenza prosciolti.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.