ULTIM'ORA

Polonia: blitz contro una rete di spionaggio legata a Huawei

Polonia: blitz contro una rete di spionaggio legata a Huawei
Dimensioni di testo Aa Aa

Trema ancora Huawei, il colosso delle telecomunicazioni con sede a Shenzhen. Il servizio di sicurezza interno della Polonia ha arrestato due persone, un uomo d'affari cinese e un cittadino polacco, rispettivamente un dirigente locale di Huawei e un esperto di sicurezza informatica, noto in ambienti associati al business cibernetico. I due - agli arresti per almeno tre mesi - sono sospettati di aver passato informazioni all'intelligence di Pechino.

I due uomini arrestati

"Siamo di fronte a un'indagine seria, ad un problema molto serio e ad un'eventuale pena di 10 anni di reclusione. Le questioni di spionaggio sono sempre molto pericolose per lo Stato. Per ciò si tratta di un'investigazione serissima", spiega Stanislaw Zaryn, portavoce del ministero che coordina i Servizi Speciali.

L'Occidente con gli occhi puntati sul colosso orientale

L'operazione è scattata dopo mesi d'indagine e in un momento delicato, nel quale si sono insinuati forti sospetti in Europa, Stati Uniti e Canada, sul probabile legame tra Huawei e i servizi segreti cinesi.

La richiesta d'arresto è arrivata dalle autorità statunitensi, che ora ne chiedono l'estradizione

Publiée par Euronews Italiano sur Jeudi 6 décembre 2018

Solo un mese fa Meng Wanzhou, direttrice finanziaria e figlia del capo e fondatore dell'azienda. era stata arrestata a Vancouver, in base a un mandato emesso da Washington.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.