ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Da oriente a occidente, il turismo responsabile conquista il pianeta

Lettura in corso:

Da oriente a occidente, il turismo responsabile conquista il pianeta

Da oriente a occidente, il turismo responsabile conquista il pianeta
Dimensioni di testo Aa Aa

Turismo sostenibile, ecologico ed etico sono stati al centro del World Travel Market 2018, a Londra. La mecca del turismo mondiale, dove si esplorano le nuove tendenze e si scopre in che direzione va l'industria del viaggio, si è conclusa con un bilancio di oltre un milione d'incontri e contratti per poco meno di 3 miliardi di euro. Il Guatemala, Il Guangxi, in Cina, il Giappone e Nashville, negli Usa, sono solo alcune delle destinazioni che si preparano ad accogliere turisti più coscienziosi.

Jorge Mario Chajón, dell'Istituto guatemalteco del turismo (Inguat), che dipende dal relativo ministero, ci ha detto che ormai "I viaggiatori privilegiano le destinazioni dove si praticano turismo sostenibile e turismo etico". E ha aggiunto: "In Guatemala siamo affiliati a un'organizzazione internazionale che lotta contro la tratta delle persone e protegge le comunità dal turismo sessuale e dall'abuso di minori".

Turismo responsabile significa anche turismo ecologico. E per il viaggiatore coscienzioso da questo punto di vista la regione del Guangxi, in Cina, è una miniera di montagne verdi, cascate mozzafiato e sinuosi corsi d'acqua. Qui la conservazione dell'ambiente è una priorità per le autorità locali. "Stiamo sviluppando ora il turismo sostenibile, concentrandoci in particolare sulla protezione dell'ambiente", ha confermato Li Guang Jun, vice direttore della Commissione per lo sviluppo del turismo di Guangxi.

E sta sviluppando una coscienza ambientale anche Nashville, patria della musica, ma non solo: questa città americana emerge sempre più come una destinazione ricca di cultura, arte e intrattenimento. Negli Stati Uniti la chiamano "l'Atene del sud", per via di opere come la replica del Partenone, ma anche per la sua cucina greca. Butch Spyridon, presidente della Nashville Convention and Visitors Corporation, ci ha parlato del programma di riciclaggio lanciato da poco: "Nell'ultimo anno ogni bar ha venduto circa un milione di bottiglie di birra. Quindi ora, due o tre volte al giorno, c'è una raccolta di bottiglie di vetro da riciclare. E poi abbiamo il primo quartiere certificato come verde in tutto il sud-est degli Stati Uniti".

Dulcis in fundo, il Giappone sta vivendo un boom del turismo senza precedenti, di cui la fine pare essere ben lontana: con i mondiali di Rugby che ospiterà l'anno prossimo, il paese del Sol Levante attende quasi due milioni di visitatori, che avranno l'occasione di scoprire alcune gemme nascoste, lontano dalle tappe turistiche tradizionali. Anche qui, turismo etico e sostenibile saranno in primo piano.