Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza: pioggia di razzi su Israele, scontro con Hamas

Gaza: pioggia di razzi su Israele, scontro con Hamas
Dimensioni di testo Aa Aa

Non trova pace la Striscia di Gaza dove da giorni sono riesplosi violenti scontri che hanno fatto vittime tra militari e civili israeliani e palestinesi. Il presidente Mahmoud Abbas rientra a Ramallah per seguire la situazione, i palestinesi annunciano il cessato il fuoco ma per ora da Tel Aviv ancora nessuna conferma.

Macerie e distruzione e disperazione nella Striscia. "Sogniamo di vivere come tutti gli abitanti di altri paesi - dice un uomo. Da giovani sogniamo il meglio, sempre. Io ci ho messo sette anni per avviare la mia attività, con tanti sforzi e sudore e ora è tutto distrutto. Non ci sono parole per descrivere quello che è successo.”

I collaboratori di Abbas hanno definito quella contro Gaza una "aggressione di Israele", l'Autorità nazionale palestinese ha deciso di inviare aiuti medici ai residenti mentre il portavoce dell'ala militare di Hamas ha minacciato di colpire ancora città israeliane se Gerusalemme persisterà “nella sua aggressione". Gli israeliani hanno frainteso tutti i messaggi di pace, ha proseguito Fawzy Barhoom, portavoce del movimento radicale. 400 razzi ¬lanciati su Israele e altrettanti raid dalla controparte che richiama i riservisti, forse per preparare, come dicono fonti locali, un’operazione di larga scala a Gaza. “Quello che Hamas e la Jihad islamica palestinese hanno cercato di fare è sparare razzi contro civili israeliani per uccidere civili israeliani, ha sottolineato un portavoce dell’esercito dello stato ebraico. Almeno 100 missili sono stati intercettati altrimenti il numero dei morti sarebbe stato maggiore.”

Dal Palazzo di Vetro il Segretario Generale dell'Onu, António Guterres, sta seguendo gli ultimi sviluppi sul fronte della sicurezza, esortando tutte le parti a esercitare la massima moderazione. In un clima sempre più incandescente.