ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Processo El Chapo: potenziale giurato gli chiede un autografo, il giudice lo scarta

Lettura in corso:

Processo El Chapo: potenziale giurato gli chiede un autografo, il giudice lo scarta

Processo El Chapo: potenziale giurato gli chiede un autografo, il giudice lo scarta
Dimensioni di testo Aa Aa

Un potenziale giurato nel processo contro il boss messicano del narcotraffico Joaquin 'El Chapo' Guzman è stato scartato dal giudice dopo aver chiesto l'autografo dell'imputato.

Il 'fan' di Guzman - la cui identità, come quella di tutti i potenziali giurati del caso, non è stata rivelata - ha rivelato alla corte di essere bene informato sul traffico di droga perché è originario di Medellin, in Colombia, città natale di Pablo Escobar, uno dei più celebri narcotrafficanti della storia.

Leggi anche: New York in stato d'assedio per processo al "Chapo"

"Sono un po' un suo fan", ha confessato il potenziale giurato a proposito di Guzman rispondendo a una domanda del giudice di New York Brian Cogan. Tuttavia ha garantito che questo non avrebbe influenzato il suo giudizio. Cogan ha però accolto l'obiezione dell'accusa e ha deciso di scartarlo dalla giuria.

La giuria sarà composta da dodica giurati e sei supplenti. Finora sono stati presi in considerazione 60 potenziali giurati ma nessuno di loro è ancora stato selezionato, mentre 27 sono stati scartati, compresi cinque che hanno espresso preoccupazioni per la propria sicurezza.

Leggi anche: Messico, cade il successore del Chapo Guzman

Il processo presso la Corte federale del distretto est di New York dovrebbe durare circa 3-4 mesi. Sono undici i capi d'accusa nei confronti di Guzman, estradato negli Stati Uniti dal Messico quasi due anni fa: tra questi ci sono i reati di narcotraffico internazionale, cospirazione e riciclaggio.