This content is not available in your region

18enne ucciso: tre comunità in lacrime

Access to the comments Commenti
Di ANSA
18enne ucciso: tre comunità in lacrime
I funerali a Macomer (Nuoro). Il vescovo, "Manuel perdonaci"

(ANSA) – MACOMER (NUORO), 1 NOV – Tre paesi in lacrime, una
folla composta, commossa e ammutolita. E una rosa bianca, quella
tenuta in mano per tutta la cerimonia dalla madre di Manuel
Careddu, il 18enne barbaramente ucciso l’11 settembre scorso da
un branco di giovani e la cui salma è ritrovata in un terreno
alla periferia di Ghilarza dopo oltre un mese. Così le comunità
di Macomer, Abbasanta a e Ghilarza, tutte e tre in lutto
cittadino, hanno dato l’ultimo saluto a Manuel nella chiesa
della Madonna Missionaria a Macomer, luogo di nascita del
18enne. In prima fila, la mamma Fabiola Balardi, la nonna Gavina
Puggioni, che ha cresciuto Manuel, e sua sorella più piccola. Al
secondo banco il padre Corrado attorniato dalle sorelle e dalla
mamma. Gli amici e i parenti del giovane sono rimasti un po’
defilati, mentre tra la gente anche alcuni parenti dei giovani
accusati dell’omicidio di Manuel.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.