ULTIM'ORA
This content is not available in your region

'Sei gay, via da casa', morso dai topi

'Sei gay, via da casa', morso dai topi
Nel Napoletano, denuncia Arcigay: sindaco promette intervento
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – NAPOLI, 27 OTT – Cacciato di casa perché
omosessuale, costretto a vivere in condizioni disumane in un
sottoscala, finisce in ospedale dopo essere stato morso dai
topi. E’ la vicenda accaduta a Monte di Procida (Napoli) e
denunciata dall’Arcigay. Spiega il sindaco Giuseppe Pugliese:
“Non sapevamo nulla del suo orientamento sessuale, e la nostra
non è una comunità omofoba. I servizi sociali del Comune
lavoravano da tempo sul caso. Gli abbiamo erogato un contributo
una tantum, gli abbiamo proposto ricoveri in strutture che lui
però ha sempre rifiutato. Gli abbiamo inviato per alcune ore la
settimana un operatore sociosanitario, abbiamo provato a
erogargli il Rei, il reddito di inclusione, ma l’Inps glielo ha
negato probabilmente perché risulta intestatario di quote di
beni ricevute in eredità. Moltiplicheremo gli sforzi per cercare
insieme a Sergio e alla sua famiglia una soluzione, perché è
indegno che nel 2018 un uomo possa vivere in un seminterrato
privo dei requisiti di abitabilità”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.