ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grandi manovre NATO in Scandinavia

Lettura in corso:

Grandi manovre NATO in Scandinavia

Grandi manovre NATO in Scandinavia
Dimensioni di testo Aa Aa

La dottrina NATO della minaccia che viene dall'est non è del tutto obsoleta. Lo scenario di neoguerra fredda finisce per sottolineare la Trident Juncture 18, la più grande esercitazione militare che la NATO abbia dispegato negli ultimi anni.

La Scandinavia come teatro di guerra

L'epicentro per l'azione è la Norvegia a partire dal 25 ottobre. Tutti i membri NATO sono coinvolti nonché i partner Finlandia e Svezia. L'esercitazione è sotto la guida del Comandante del Joint Force Command di Napoli, l’ammiraglio James G. Foggo.

Forze in campo e logistica

Sul campo ci saranno 50.000 soldati da 31 paesi con 150 aerei, 65 navi e 10.000 veicoli.

L' aspetto cruciale sta nella possibilità di spostarsi velocemente tra i paesi europei immaginando che le infrastrutture come il ponte di Øresund restino intatte.

Trident Juncture 18 è inquadrata nello scenario della difesa collettiva, previsto dall’Articolo 5 del patto atlantico, il principio cardine dell’alleanza, che impegna tutti i suoi membri alla mutua protezione.

Un protocollo applicabile ovunque

Sebbene lo scioglimento dei ghiacci artici schiuda nuove vie di movimento il probabile scenario non è esattamente questo tuttavia la simulazione in ambiente relativamente impervio implica prospettive di fatto applicabili quasi ovunque.