ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Ue e la Nato rispondono ai cyber attacchi della Russia

L'Ue e la Nato rispondono ai cyber attacchi della Russia
Dimensioni di testo Aa Aa

_Reazione rapida delle Istituzioni Europee a queste accuse alla Russia da parte degli Stati Uniti, riguardo gli attacchi informatici, contro istituzioni politiche, aziende, media e entità sportive. _

Con una dichiarazione congiunta della Presidenza, di Donald Tusk, Jean-Claude Juncker e di Federica Mogherini, in cui si parla di atto d'aggressione, che mina il diritto e le istituzioni internazionali.

Inoltre hanno affermato che, la questione della sicurezza informatica verrà affrontata nel prossimo vertice dei paesi europei, a Bruxelles, tra meno di due settimane.

Queste rivelazioni sono avvenute, proprio ieri, mentre i ministri della difesa dei paesi aderenti alla Nato si trovavano a Bruxelles, nel suo quartier generale.

Si sono avute dichiarazioni forti da parte di vari ministri, come per esempio il Segretario alla Difesa del Regno Unito, che ha definito la Russia un paese irresponsabile, mentre quello degli Stati Uniti, James Mattis, un paese che ignora le norme internazionali.

Tutti schierati contro questa azione, mostrando l’intenzione dell’Alleanza di istituire un sistema per tutelare, se stessa e i singoli membri.__ Collaborando anche con istituzioni europee, per fronteggiare questo tipo di attacchi informatici.

Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg ha manifestato la necessità di migliorare l'intelligence e di una collaborazione, nel dominio cibernetico, per difendersi da queste minacce nel futuro.

Al momento la tattica migliore è stata fermare questi attacchi, condannando la Russia.

La risposta su come affrontarli concretamente rimane però vaga.

Gli attacchi informatici da anni potrebbero essere considerati al pari di altri, da parte della Nato.

_Non risulta chiaro quanto grave dovrebbe essere questo attacco, per innescare il meccanismo di difesa collettiva. _