Reportage infrastrutture: autostrade a pezzi in Ungheria

Reportage infrastrutture: autostrade a pezzi in Ungheria
Di Daniel Bozsik
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nel nostro primo reportage sulle infrastrutture stradali europee, andiamo in Ungheria: il vero problema sono le autostrade, in particolare la M1 che collega Budapest con Vienna. Un'autostrada che ha bisogno di ristrutturazione, che arriverà solo nel 2020. Eppure l'Ungheria sta meglio dell'Italia...

Un ponte disastroso, strade da rinnovare

PUBBLICITÀ

BUDAPEST (UNGHERIA) - Il nostro reportage sulle infrastrutture in Europa ci porta sul ponte del fiume Berettyó, 220 km da Budapest, in Ungheria. Le condizioni del ponte sono disastrose.

**
La principale rete stradale ungherese**, comprendente tre autostrade (M1, M3, M7), fu costruita negli anni '70 e '80. Ma le strade non sono state progettate per sostenere l'immensa crescita del traffico negli ultimi decenni e sono in pessime condizioni.

"Più della metà (52%) delle strade del paese deve essere completamente rinnovata e solo il 10-15% delle strade è in buone condizioni o accettabili", spiega Norbert Sandor Pécsi, portavoce di Hungarian Road Inc.

Da Budapest a Vienna

Sull'autostrada M1 circolano 80.000 auto, bus e camion ogni giorno e le condizioni di questa arteria che collega Budapest a Vienna sono davvero pericolose: buche, pezzi di asfalto rotto sulla strada, carreggiate sconnesse.

"Dovrebbero ridarci indietro il prezzo del casello a causa delle condizioni delle strade, che danneggiano la macchina, il motore, gli pneumatici, tutto", racconta un automobilista. "L'autostrada M1 è proprio in condizioni terribili".

Ristrutturazione? Non adesso

L'azienda statale che si occupa di strade cerca di rinnovare la parte peggiore dell'autostrada, ma la ristrutturazione completa dovrebbe iniziare solo nel 2020 o 2021 e fino ad allora sono previste solo piccole riparazioni.

"Le condizioni di alcuni pezzi delle autostrade ungheresi non mostrano alcun segno del fatto che lo stato abbia enormi entrate dal pagamento delle autostrade da parte degli automobilisti e neppure che l'UE abbia dato enormi quantità di denaro per migliorare le infrastrutture da quando l'Ungheria è entrata in Europa nel 2004", spiega Daniel Zach, giornalista esperto di traffico.

Un reportage europeo

La tragedia del ponte di Genova ha acceso i riflettori sulla infrastrutture stradali in tutta Europa. Dopo l'Ungheria, Euronews realizzerà una serie di reportage anche in altri paesi europei, Italia compresa, per verificare lo stato delle infrastrutture.

Basti pensare che, nella classifica dei paesi europei sullo stato di sicurezza di strade ed autostrade, l'Ungheria è all'undicesimo posto,   l'Italia al 17esimo. 28esimo e ultimo posto per la Romania.**
Il primo posto è occupato dai Paesi Bassi. Seconda la Francia.
**

Journalist • Cristiano Tassinari

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ungheria, fiducia ritrovata nella Svezia: incontro a Budapest tra Orbán e Kristersson

Ungheria: gli influencer portano in piazza migliaia di persone contro gli abusi su minori

Ungheria, dimissioni di Novák: manifestanti in piazza a Budapest