This content is not available in your region

Abusi, don Barone scrive dal carcere

Access to the comments Commenti
Di ANSA

(ANSA) – ROMA, 11 SET – “Io non sono esorcista, ma noi
sacerdoti siamo abilitati alle preghiere di guarigione e
liberazione”. Lo scrive don Michele Barone, il sacerdote sospeso
dalla diocesi di Aversa, in carcere con l’accusa di abusi e
violenza sessuale su minori, in una lettera dal carcere
pervenuta a “Storie Italiane”, condotto da Eleonora Daniele. Il sacerdote di Casapenna che, secondo quanto riferito al
programma di Rai1 dal padre Vincenzo, attualmente è in regime di
isolamento per le minacce di morte ricevute da altri detenuti,
nella lettera aggiunge: “Mi sento affidato al Signore ed
emergerà tutta la verità”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.