Ing. De Vita, controlli ponte? "impossibile la manutenzione dei tiranti ceduti"

Ing. De Vita, controlli ponte? "impossibile la manutenzione dei tiranti ceduti"
Di Giorgia Orlandi
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nonostante le autorità continuino a ripetere che il ponte veniva regolarmente controllato, per l'esperto di infrastrutture che ha studiato a Genova, non esistono tecnologie in grado di verificare lo stato di salute dei tiranti, il cui cedimento da una parte, ha determinato il crollo del ponte

PUBBLICITÀ

Per l'Ing. Enrico De Vita esperto di sicurezza stradale, che ha studiato e analizzato i filmati della tragedia e che conosce bene la città di Genova avendoci studiato, il collasso del Ponte Morandi è stato causato dalla rottura del tirante sul fronte mare del terzo cavalletto. I tiranti poichè immersi nel cemento precompresso, sebbene le autorità abbiano parlato di monitoraggi costanti, spiega De Vita, non possono essere diagnosticati dall'interno per capirne lo stato di salute reale.

Ing. De Vita :

"I tiranti rimangono annegati nel cemento e nessuno vede come si comporteranno negli anni. Abbiamo scoperto che dopo 50 anni sono a rischio. Il rischio è la "fatica" una sorta di malattia che contrae il ferro quando viene sollecitatao migliaia di volte al giorno .Non abbiamo una struttura per monitorare lo stato, manca anche la materia di studio per questo tipo di intervento"

Il governo ha annunciato un piano per il monitoraggio delle infrastrutture presenti sul territorio. Come spiega l'Ing. sono circa 300 in tutto i viadotti in cemento armato e non precompresso come il Morandi , anocora esistneti che hanno compiuto 50 anni e che meritano controlli rigorosi. il pericolo collasso per questi inizia a diventare realtà.

Ing. De Vita:

"Quelli con quel tipo di struttura erano tre e sono praticamente tutti inutilizzati..Le altre strutture in cemento armato sono 300 e queste si avvicinano all'età in cui il rischio diventa grave".,

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Crollo ponte: sabato funerali di stato

Genova, il crollo del Ponte Morandi

Genova, l'ultima tragedia in una lunga serie di crolli