EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Ortega: "No ad elezioni anticipate"

Ortega: "No ad elezioni anticipate"
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Intervista del nostro inviato Oscar Valero al presidente del Nicaragua Daniel Ortega

PUBBLICITÀ

Ancora sangue in Nicaragua. In 100 giorni ci sono stati quasi 450 morti. I manifestanti, che protestano contro il presidente Daniel Ortega, chiedono elezioni anticipate. I partiti di opposizione e le ong antigovernative hanno ricordato le vittime della repressione. Cento giorni che hanno lasciato una ferita profonda nel Paese. Il nostro giornalista Oscar Valero ha incontrato Ortega che ai nostri microfoni ha escluso elezioni anticipate.

euronews: “Non ritiene che andare al voto o aprire un dialogo possa porre fine alle violenze?”

Presidente Ortega: “Non è mai successo in America Centrale, in Colombia, ogni volta che c'è stato un processo di pace non non ci sono mai state elezioni... nonostante tutto il sangue versato nell'America Centrale..”

euronews: “Quindi anche lei non ci pensa ....”

Ortega:” No....”

euronews: “Quindi o lei o il caos..o lei resta Presidente o l’anarchia.”

Ortega: “Chiedere elezioni anticipate significa aprire le porte all'anarchia..”

Nel frattempo la tensione continua a crescere, sia a livello interno che internazionale. Continuano a susseguirsi le marce di protesta. La Chiesa ha inoltre invitato la popolazione a non cedere alle provocazioni. L’intervista integrale sarà trasmessa su euronews il 31 luglio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nicaragua, Ortega ammette ad euronews l'azione della "parapolizia" mascherata

"In Nicaragua, persecuzione contro la Chiesa"

Nicaragua, il governo contro la Chiesa. Aumenta la repressione contro le proteste