ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aquarius: le autorità italiane pronte a trasportare 500 migranti in Spagna

Lettura in corso:

Aquarius: le autorità italiane pronte a trasportare 500 migranti in Spagna

Aquarius: le autorità italiane pronte a trasportare 500 migranti in Spagna
@ Copyright :
REUTERS/Tony Gentile
Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità italiane trasporteranno 500 degli oltre 600 migranti a bordo dell'Aquarius in Spagna. A rivelarlo questa mattina è stata l'inviata di Euronews Anelise Borges, unica reporter tv a bordo della nave di soccorso. La sala operativa della Guardia costiera italiana ha comunicato alla Aquarius l'assegnazione del porto sicuro a Valencia.

I 500 migranti saranno imbarcati su una nave della Marina italiana e una delle guardia costiera, il resto resterà a bordo dell'Aquarius: anche la nave di soccorso infatti farà rotta verso il porto spagnolo. Una scelta criticata da Medici Senza Frontiere, che ha un suo staff medico a bordo: "Questo piano comporterebbe altri 4 giorni di viaggio in mare per persone già esauste - si legge in un tweet -. Opzione migliore sarebbe quella di sbarcare le persone nel porto sicuro più vicino, per essere trasferite in Spagna o altri paesi sicuri per ulteriori cure mediche e procedure legali".

"Idea folle fare rotta verso la Spagna"

Lunedì sera Sos e Msf avevano deciso di non fare rotta verso la Spagna, a causa dei rischi troppi elevati. "Un'idea folle", secondo l'equipaggio: raggiungere Valencia avrebbe significato sottoporre i migranti a ore estenuanti di viaggio, anche a causa delle condizioni meteo in peggioramento. A bordo ci sono ancora cibo e acqua ma non sufficienti per i giorni necessari a raggiungere la Spagna.

Anelise Borges, direttamente dalla nave, ha intervistato in esclusiva per Euronews il coordinatore della ong Sos Mediterranée Italia, Nicola Stalla: "Abbiamo informato Spagna e Italia e tutte le autorità marittime in comunicazione con l'Aquarius in queste ore, che le circostanze in cui ci troviamo e con la quantittà ingente di persone a bordo, non ci sarebbero le condizioni di sicurezza per la nave e per l'equipaggio e per tutte le persone che sono a bordo per affrontare quest'altro viaggio e arrivare in Spagna".

"Avremmo potuto affrontare questo tipo di viaggio se avessimo avuto meno persone sulla nave in modo tale che potessero essere accomodati e protetti all'interno di uno spazio coperto e non esposti all'aperto sui pontili. Le condizioni atmosferiche peggioreranno nei prossimi giorni".