ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mondiali 2018. I campioni e gli outsider

Lettura in corso:

Mondiali 2018. I campioni e gli outsider

Mondiali 2018. I campioni e gli outsider
Dimensioni di testo Aa Aa

In ogni edizione dei Mondiali di calcio c'é sempre una squadra che si rivela una sorpresa per il campionato. Come la Corea del Sud o la Croazia, che sono arrivate in semifinale rispettivamente nel 2002 e nel 1998.

L'INGHILTERRA ha passato le qualificazioni vincendo 10 partite e subendo solo 3 goal. Vediamo la migliore formazione che l'Inghilterra abbia messo in campo da tempo, con Harry Kane, il giovane talento, giá a livelli da grande professionista.

IL BELGIO Kevin de Bruyne, Eden Hazard o Romelu Lukaku sono alcuni esempi di una squadra piena di talento. I Red Devils sono stati indicati come la prossima squadra internazionale di spicco, grazie a giovani talenti destinati ad emergere nella scena internazionale. Abbandonate false illusioni nei tornei recenti, sanno di dover afferrare questa opportunitá, grazie al loro talento da "Golden Generation ".

IL PORTOGALLO cercherá di ripetere il successo degli Europei 2016, all'inizio dei Mondiali, nonostante l'esclusione di numerosi giocatori di quella squadra vincente, da parte del loro allenatore Fernando Santos. Tutti gli occhi saranno puntati su Cristiano Ronaldo. Preoccupa solo la difesa perché molti giocatori vengono cosiderati giá vecchi. I difensori Bruno Alves, Pepe e Jose Fonte hanno rispettivamente 36, 35 e 34 anni.

L'URUGUAY Il suo punto di forza é, senza dubbio, l'attacco grazie alle star internazionali Luis Suarez e Edison Cavani. Il capitano Diego Godin mette in campo una difesa, che lo conferma figura vitale dei successi della squadra.

L'ARGENTINA eterna aspirante al titolo, dopo la sconfitta nel 2014 contro la Germania, la biancazzurra cerca il trionfo in Russia. Oltre al miglior giocatore al mondo, Leo Messi, l'Argentina metterá in campo ottimi giocatori che daranno filo da torcere agli avversari, basta nominare Angel Di Maria, Sergio Aguero e Gonzalo Higuain, innegabili esempi di ottimo calcio a livello europeo.

Sono due le squadre che parteciperanno ai Mondiali per la prima volta nella storia. Una squadra viene da un paese di meno di 4 milioni di abitanti e l'altra da uno di 300.000.

L'ISLANDA é il paese piú piccolo ad aver ottenuto la qualificazione ai Mondiali . Ce la metterá tutta per non farsi sottovalutare. Dopo i successi ottenuti agli Europei del 2016, fino ai quarti di finale, sono pronti a sorprenderci ancora una volta. Insieme a un folto pubblico di vichinghi, che fai il tifo per loro.

Grandi celebrazioni a Panama per la loro partecipazione ai Mondiali, dopo numerosi tentativi di qualificazione fin dal 1978. Se anche non giocheranno un campionato da finale, sicuramente il paese seguirá ogni partita con la stessa emozione.

_E per finire ecco chi é destinato a diventare il giocatore piú vecchio dei Mondiali, ovvero il 45enne portiere egiziano, _Essam El Hadary

C'é anche il giocatore piú giovane di questi Mondiali, Daniel Arzani, gioca con l'Australia ha 19 anni e 5 mesi. Oltre alla star mondiale, il francese Mbappe di soli 15 giorni piú vecchio.

Nel prossimo episodio parleremo delle star internazionali del calcio, che potrebbero portare alla vittoria le loro squadre nazionali.