EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Regolamento Ue minori e social: parla il Garante per l'infanzia: "serve un linguaggio accessibile"

Regolamento Ue minori e social: parla il Garante per l'infanzia: "serve un linguaggio accessibile"
Diritti d'autore 
Di Giorgia Orlandi
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In Italia si sta preparando un decreto legislativo per adeguare la normativa nazionale al regolamento. Il Movimento Italiano Genitori parla chiaro: "16 anni per consentire il trattamento dei dati personali non bastano. Servono almeno 18 anni per sottoscrivere un contratto con un social network"

PUBBLICITÀ

La nuova normativa europea sulla privacy adottata nel 2016, che entrerà in vigore da maggio in tutti gli Stati delll'Unione, pone nuove regole sul consenso digitale da parte dei minori. Un regolamento direttamente applicabile, l'Italia come gli altri paesi, sta mettendo a punto un decreto legislativo per adeguare la normativa nazionale alle predisposizioni del regolamento. 

Per l'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza Filomena Albano, che sta approfondendo il caso dal punto di vista tecnico-giuridico, le priorità sono diverse, soprattutto per quanto riguarda il consenso al trattamento dei dati personali:

Occorre che vengano sviluppate linee adeguate al linguaggio dei ragazzi. Quindi nel chiedere il consenso al trattamento dei dati personali i fornitori dei servizi web, devono utilizzare un linguaggio accessibile ai ragazzi.

Uno dei temi centrali è l'età del minore. stando al regolamento ogni stato membro decide da che età , tra i 13 e i 16 anni, i minorenni possono da soli sottoscrivere il contratto senza l'autorizzazione dei genitori. il Moige il Movimento Italiano genitori onlus, su questo punto, nelle parole del Direttore, è chiaro: un minore non può sottoscrivere un contratto con un social network prima del compimento dei 18 anni:

Antonio Affinita. Direttore Moige

**E' una chiara direttiva che va in palese contrasto con la normativa vigente a tuetela dei minori. Un minore non può sottoscrivere un qualsivoglia contratto. Deve essere sempre il genitore che lo sottoscrive. **

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

János Bóka: "L'Europa deve avere rapporti diplomatici con la Russia"

L'Etna torna a eruttare: allerta arancione, problemi ai voli a causa della cenere

Nato: leader europei confermano l'impegno, Cina definita 'sostenitore decisivo' di Mosca