Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

La diplomazia dell'Ue al lavoro sulla Siria

Federica Mogherini, Alto Rappresentante dell'Ue per gli Affari Esteri
Federica Mogherini, Alto Rappresentante dell'Ue per gli Affari Esteri
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo gli attacchi a firma statunitense, britannica e francese del fine settimana, la parola sulla Siria ora passa alla diplomazia dell'Unione Europea. I ministri degli Esteri dell'Unione si riuniscono a Lussemburgo.

A sostenere la posizione del Regno Unito, Boris Johnson: "Temo che la guerra in Siria andrà avanti in un'orribile e tragica maniera, Ma il mondo ha detto basta all'uso delle armi chimiche. Questo tabù era in vigore da un centinaio di anni ed è caduto sotto il governo di Bashar al Assad. Era ora di dire no"

E arriva l'appello dell'alto rappresentante per la politica Estera europea, Federica Mogherini, che si rivolge in particolar modo agli alleati del governo sirian: "Mi sembra molto chiaro che c'è bisogno di dare una spinta al rilancio del processo politico condotto dall'unione Europea. Chiediamo fortemente, specialmente a Russia e Iran, di esercitare la loro influenza su Damasco per cominciare una seria ed efficace discussione sotto gli auspici delle Nazioni Unite".

Nelle prossime ore è in programma anche un dibattito sul tema al Parlamento di Strasburgo. Domani è previsto un incontro tra il presidente dell'europarlamento, Tajani, e il presidente francese, Macron, che poi parlerà davanti alla plenaria del Parlamento Europeo.