EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Colombia: torna la guerriglia dell'ELN

Colombia: torna la guerriglia dell'ELN
Diritti d'autore 
Di Gioia Salvatori
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Quattro attacchi esplosivi danneggiano il più importante oleodotto del Paese a poche ore dall'inizio della quinta tornata di colloqui di pace. Il presidente colombiano ritira il delegato dal tavolo delle trattative

PUBBLICITÀ

Tre attacchi dinamitardi per danneggiare il più importante oleodotto del Paese il Caño Limón-Coveñas, un quarto a un pozzo; le bombe dell'Esercito di liberazione nazionale colombiano nell'est del Paese, rompono ogni possibilità di dialogo. ll presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, questo mercoledì ha sospeso i negoziati di pace tra governo e ELN.

 "Ho parlato con il capo della delegazione del governo a Quito, Gustavo Bell, perché torni immediamente per valutazioni sul futuro del processo di pace. Ho anche ripetuto alle nostre forze armate, questa mattina, di agire con forza" - ha detto il presidente. 

L'attacco arriva poche ore dopo la fine di un cessate il fuoco che durava da ottobre e nel giorno in cui a Quito sarebbe dovuta iniziare la quinta tornata di colloqui tra governo colombiano e ELN. 

Alle Nazioni Unite il delegato alla crisi colombiana ha denunciato gli attacchi e chiesto una svolta: "I prossimi mesi devono essere l'occasione per voltare pagina e stabilire ciò che è ancora un processo fragile su una base più duratura".

Dopo gli attentati i guerriglieri hanno minimizzato lamentando l'interruzione dei colloqui di pace.

La Colombia è in guerra con l'ELN dagli anni '60. Solo l'anno scorso sono stati 62 gli attacchi allo stesso oleodotto. Spesso il combustibile che fuoriesce viene usato nel processo di produzione della cocaina. 

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Colombia: la fragile tregua