EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

C'era un furgone con 500 mila euro....

C'era un furgone con 500 mila euro....
Diritti d'autore 
Di Cristiano Tassinari
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Colpo di scena al Porto di Genova: gli agenti di Polizia di Frontiera hanno sorpreso un cittadino marocchino pronto a salpare con una nave per Tangeri con un furgone pieno di...soldi. L'uomo non parla e non spiega. Ma quel denaro, forse, sarebbe servito all'Isis e ad altre organizzazioni criminali.

PUBBLICITÀ

Un furgone grigio immatricolato a Treviso, carico di soldi, è stato fermato sabato sera a ponte Caracciolo, al porto di Genova, poco prima che il proprietario del mezzo si imbarcasse sulla nave per Tangeri, in Marocco. 

In seguito ad una segnalazione, gli uomini della Polizia di Frontiera hanno trovato all'interno del furgone, ben nascosti tra tubi, intercapedini e fondi, 500mila euro in contanti (in mazzette da 50 e 100 euro), computer, tablet e telefoni cellulari. 

L'uomo, un cittadino marocchino di 47 anni, proveniente da Milano, si trova ora in carcere a Genova, al momento accusato di riciclaggio. Non parla e non spiega. 

Ma gli inquirenti stanno indagando sulla reale destinazione del denaro sequestrato: tra le ipotesi, quella che servisse a finanziare organizzazioni legate agli estremisti islamici o a gruppi terroristici del Nord Africa. 

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Arrestato a Roma un uomo affiliato all'Isis: usava diverse identità per sfuggire alla cattura

Allerta terrorismo, misure straordinarie a Roma: focus sul Vaticano per il Venerdì santo e la Pasqua

Bologna, 2 agosto 1980: il 43esimo anniversario della strage che ancora divide l'Italia