ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giordania: bimbi siriani a scuola nel campo di Zaatari

Lettura in corso:

Giordania: bimbi siriani a scuola nel campo di Zaatari

Giordania: bimbi siriani a scuola nel campo di Zaatari
Dimensioni di testo Aa Aa

Degli oltre 1,3 milioni di rifugiati siriani in Giordania, quasi il 20 per cento è composto da bambini in età scolare. Nel campo di Zaatari, il più grande campo di rifugiati siriani del Paese, il preside della scuola Abu Sultan spesso fa visita alle famiglie per persuadere i genitori dell'importanza dell'istruzione. "Gli studenti siriani - ha detto Sultan - hanno avuto a che fare con le guerre che li hanno cambiati e resi diversi dagli altri bambini. Pensiamo che abbiano problemi psicologici e che alla maggior parte di essi, così come alle famiglie, non importi nulla dello studio e dell'istruzione".

"Senza educazione non c'è futuro"

Abu Sultan Preside scuola rifugiati

Il preside è arrivato in Giordania nel 2013 dopo aver insegnato per dieci anni in Siria. Ha fondato la scuola per aiutare i piccoli rifugiati siriani convinto che "senza educazione non c'è futuro".

All'inizio, l'istituto aveva solo poco più di 20 alunni e un insegnante. L'aula era una tenda e i bambini facevano lezione senza banchi, sedie o libri di testo. Con l'aiuto di organizzazioni internazionali e volontari, adesso la scuola ha quattro aule per le lezioni, oltre 120 studenti e quattro insegnanti.