EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Perù: dopo 25 anni in carcere torna libera la donna che protesse il capo di Sendero Luminoso

Perù: dopo 25 anni in carcere torna libera la donna che protesse il capo di Sendero Luminoso
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

È tornata in libertà, dopo aver scontato in Perù una condanna a 25 anni di carcere, la danzatrice Maritza Garrido, condannata nel 1992 per aver dato ospitalità nella sua casa all’ex leader della guerriglia marxista di Sendero Luminoso, Abimael Guzman. La donna è stata accolta all’uscita dal carcere da giornalisti e telecamere.

Il suo rilascio arriva a poche ore dalla celebrazione ufficiale da parte del capo dello stato Pedro Pablo Kuczynski, del venticinquesimo anniversario dell’arresto di Guzman. In questa occasione il presidente ha decorato alcuni agenti protagonisti dell’operazione ed ha inaugurato un museo dedicato alla cattura del capo guerrigliero.

Catturato dalle truppe d’elite della polizia Guzman venne condannato all’ergastolo da un tribunale formato da giudici incappucciati, come stabilito dall’allora presidente Fujimori, poi finito a sua volta in prigione per corruzione,

Attualmente Guzman, che prima di scegliere la lotta armata era docente di filosofia, si trova ristretto nel carcere di massima sicurezza nella base navale di Callao, città portuale vicino a Lima. Nella stessa prigione scontano pene detentive anche l’ex capo dei servizi segreti Vladimiro Montesinos, esecutore della strategia del pugno di ferro voluta da Fujimori, e lex leader dei Tupac Amaru, Víctor Polay.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Perù: nuova condanna all'ergastolo per l'ex leader di Sendero Luminoso