EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Siccità: l'Europa sempre più a rischio

Siccità: l'Europa sempre più a rischio
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In Italia, Portogallo e Francia è piovuto il 20-30% in meno durante l'inverno. Fenomeni che preoccupano perché si ripetono troppo frequentemente

PUBBLICITÀ

La siccità tocca tutta l’Europa mediterranea. In particolare in Italia, dopo l’allarme idrico rientrato per Roma, varie zone hanno richiesto lo stato di emergenza. Lo hanno fatto le province di Parma e Piacenza e la regione Lazio. Un esempio, a Cortona, in Toscana, qui diversi seminativi hanno subito danni irreversibili, dice l’agronoma Ilaria Salvadori :

Per quanto riguarda i girasoli la perdita è più o meno come gli altri seminativi appena raccolti – grano tenero e grano duro – saremo intorno al 40 se non al 60%. I girasoli nati e seminati nel periodo giusto sono secchi e dunque già pronti per essere raccolti la prossima settimana, quando saremo ai primi di agosto, quindi con un mese di anticipo.

I boschi a rischio incendio potrebbero raddoppiare

Altra conseguenza della siccità, gli incendi boschivi, in Italia, in Portogallo, in Francia, in Spagna e in tutto l’arco mediterraneo. Il problema, spiegano all’Organizzazione meteorologica mondiale , non è tanto che per un periodo non piova, è sopratutto la ripetizione di questi fenomeni. L’Italia, il Portogallo e la Francia, hanno visto quest’inverno precipitazioni inferiori del 20-30% rispetto alla norma. A questo deve aggiungersi l’aumneto delle temperature, che favorisce l’evaporazione dell’acqua dal suolo.
Dice Omar Baddour , Capo dell’Ufficio dati e monitoraggio dell’ Organizzazione meteorologica mondiale :

In passato, negli ultimi 150 anni, sono stati registrati pochi eventi di questo tipo. Negli ultimi trent’anni, invece, la loro frequenza è molto aumentata.

Stress termico, siccità e rendimento del grano: che dicono le analisi del Joint Research Centre https://t.co/XtrOWaTjrZ

— Lucia Lorenzini (@LucingL) 19 luglio 2017

Secondo uno studio europeo ( PESETA II ) in questo secolo in Europa, le zone boschive a rischio incendio potrebbero raddoppiare.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Meloni: no ad armi Nato all'Ucraina contro la Russia, sì ad alleanza con Popolari di von der Leyen

Cosa sappiamo finora della morte di Angelo Onorato, marito dell'eurodeputata Francesca Donato

Terremoto ai Campi Flegrei: scossa più forte degli ultimi quarant'anni, evacuato carcere Pozzuoli