ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Nizza, omaggio ai morti del 14 luglio 2016

euronews_icons_loading
Nizza, omaggio ai morti del 14 luglio 2016
Dimensioni di testo Aa Aa

La parata militare, le frecce tricolori, un minuto di silenzio, i nomi degli 86 morti letti uno a uno. La Francia ha ricordato così, a Nizza, l’attentato del 14 luglio 2016 quando un camion guidato da un terrorista piombò sulla folla, numerosa per il giorno di festa, a passeggio lungo la promenade des Anglais.
In tribuna con Macron anche gli ex presidenti Hollande e Sarkozy, Bono vox e il principe di Monaco. La commozione è tanta, i famigliari dei morti sono in prima fila, l’uomo che cercò di fermare il terrorista viene fatto cavaliere della legion d’onore.
Dice Emmanuel Macron, presidente della Repubblica francese: “Il 14 luglio del 1789 è stato un giorno di lotta per la libertà in Francia. Col passare del tempo è diventato un giorno di festa è abbiamo dimenticato il senso di quella lotta. Il 14 luglio 2016, ci ha ricordato brutalmente qual è il prezzo della libertà”.
Lo conoscono bene i parenti delle vittime, quel prezzo: incollano i nomi di chi sotto quel camion perse la vita su un grande foglio per formare un cuore. Ci furono anche 302 feriti, alcuni gravi; e poi resta il dramma insuperabile di chi c’era e si è salvato. “Comprendo la collera contro lo Stato”, ha detto Macron; uno Stato che ora vuole dimenticare il nome dell’attentatore, un 31enne francese, ed omaggia le vittime con l’Orchestra Filarmonica di Nizza e il Coro dell’Opera


Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.