Niqab: per la Corte europea dei diritti dell'uomo legittimo il divieto belga

Niqab: per la Corte europea dei diritti dell'uomo legittimo il divieto belga
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Alla Corte di Strasburgo si erano rivolte due donne musulmane

PUBBLICITÀ

La Corte europea dei diritti dell’uomo ha confermato il divieto del velo islamico integrale deciso dal Belgio. Gli Alti giudici europei hanno dunque respinto il ricorso presentato da due donne di religione musulmana che volevano continuare a indossare il niquab.

Il tribunale di Strasburgo, in Francia, ha rilevato che la legge belga del 2011, secondo la quale è vietato l’abbigliamento che copra parzialmente o totalmente il volto, non ha violato il diritto al rispetto della vita privata e familiare, né quello alla libertà di religione e che non ha discriminato in modo sproporzionato la comunità musulmana.

“Nella sua sentenza, il giudice ha sostenuto che il divieto ha come obiettivo il garantire condizioni di “convivenza” e la “protezione dei diritti e delle libertà altrui” e che era “necessario in una società democratica”.

“La questione se il velo integrale sia accettato o meno nella sfera pubblica belga è una scelta della società”, ha dichiarato la Corte.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania: divieto di burqa per le impiegate a contatto col pubblico

La Camera bassa dei Paesi Bassi approva divieto burqa

La Germania puo' essere imparziale sulla guerra a Gaza?