EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Riforma Trump: 49 milioni senza assicurazione sanitaria entro 2026

Riforma Trump: 49 milioni senza assicurazione sanitaria entro 2026
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

La Casa Bianca ha aperto la porte ai malati preoccupati della nuova versione della riforma sanitaria repubblicana presentata al Senato. Saranno 49 milioni – contro i 28 della Obamacare – quelli che resteranno senza assicurazione sanitaria entro il 2026 secondo una stima dell’ufficio budget del Congresso (Cbo).

“La supplico di fare tutto quello che serve per risolvere la questione. Questa situazione ha distrutto la vita delle persone, ha distrutto la mia vita”, dice Connie Mays al vicepresidente Mike Pence.

Se la riforma passasse, un sesto della popolazione statunitense si troverebbe senza assicurazione sanitaria. “Ti ringrazio per aver aperto il tuo cuore e ti prometto che sia io che il presidente e tutti noi lavoreremo senza sosta fino a quando non troveremo una soluzione”, ha detto Mike Pence.

Sull’Obamacare si gioca la partita cruciale della politica interna. Ultime stime alle mano, va all’attacco Chuck Schumer, a capo della minoranza democratica al Senato: “La relazione dell’ufficio budget del Congresso conferma quello che medici, legali dei malati, democratici e repubblicani dicono da settimane. La Trumpcare incrementerà i costi e diminuirà le cure, lasciando decine di milioni di persone senza assicurazione”.

Secondo l’amministrazione Trump le stime non sono attendibili, sono errati i rapporti sulla copertura, sui premi e sul deficit derivanti dall’Obamacare.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, dimesso con successo il primo paziente a cui è stato trapiantato un rene di maiale

Usa, perché la nuova pillola contraccettiva è così importante per alcuni Stati americani

Nestlé, distrutti due milioni di bottiglie d'acqua della filiale Perrier: scoperti batteri "fecali"