EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Turchia: Ankara fa arrestare più di mille persone

Turchia: Ankara fa arrestare più di mille persone
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I fermati sono accusati di far parte della presunta rete di Fethullah Gulen

PUBBLICITÀ

Sono almeno 1000 le persone arrestate in 72 provincie della Turchia. La maxi retata, coordinata dalla procura generale di Ankara, è stata portata a termine nella notte da più di 8.500 agenti di polizia.

Tutti i fermati, perlopiù poliziotti, sono accusati di far parte della presunta rete di Fethullah Gulen, il predicatore e politologo turco che Ankara ritiene responsabile della pianificazione del fallito colpo di Stato dello scorso anno.

Gli arrestati sono stati tutti trasferiti nella capitale. Le purghe contro i presunti membri della rete di Gulen, messe in atto dal presidente Erdogan, hanno portato alla rimozione o alla sospensione di 130.000 dipendenti pubblici.

Soltanto martedì il Consiglio d’Europa aveva inserito la Turchia nei Paesi membri che debbono essere pienamente monitorati. Nel rapporto approvato dall’aula viene espressa grande preoccupazione per le violazioni alla libertà di stampa e per l’arresto di esponenti della società civile.

Immediata la reazione del capo di Stato turco. In un’intervista Erdogan ha chiarito che il suo Paese è pronto a fare marcia indietro nei colloqui per l’adesione all’Unione europea.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Consiglio d'Europa contro la Turchia. Erdogan: rivedremo rapporti con Ue

Mitsotakis e Erdogan ad Ankara: continuano i colloqui per normalizzare i rapporti tra i Paesi

"Turchi ingrati", così i sostenitori di Erdoğan dopo la sconfitta a Istanbul e Ankara