EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

La Francia profonda che teme lo straniero

La Francia profonda che teme lo straniero
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

"Siamo in depressione e perchè vengono qui?" Si domanda un pensionato di Salles-Arbuissonnas, piccolo comune fra le vigne del Beaujolais

PUBBLICITÀ

Insieme al collega Bertrand Enjalbal, giornalista del sito Rue89-Lyon, euronews prosegue il suo viaggio profondo nella Francia ormai nel pieno delle elezioni presidenziali. Un pensionato del Beaujolais nota la desertificazione culturale della sua regione e teme i massicci ingressi di migranti. Una visione realistica della realtà?

A 71 anni Alain Peulet è originario di Bourg-en-Bresse (Ain). Ufficiale di marina mercantile ha attraversato tutti i mari del mondo fino alla pensione nel 2000. Da allora si è ritirato nella campagna del
Beaujolais. Per lui la Francia oggi va male e il nuovo Presidente della Repubblica dovrà prendere il toro per le corna.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Votare alle elezioni presidenziali francesi in Martinica

Viaggio nella Francia che vota: le telecamere a 360° di euronews volano in Martinica

Presidenziali francesi: Viaggio alla periferia di Parigi. Per chi voteranno i giovani?