Ucraina: la NATO chiede il rispetto degli "Accordi di Minsk"

Ucraina: la NATO chiede il rispetto degli "Accordi di Minsk"
Di Luca Colantoni
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Precipitata la situazione nel Dombass. Dopo gli scontri evacuata Avdiivka. Scambio di accuse Mosca-Kiev

PUBBLICITÀ

In Ucraina, nella regione del Dombass, negli ultimi giorni è nuovamente precipitato, il conflitto tra le truppe governative e le milizie separatiste. Gli scontri peggiori si sono registrati nell’area di Avdiivka, cittadina a nord di Donetsk dove si contano almeno tre morti, una ventina di feriti e lo stato di evacuazione totale. Il presidente ucraino Poroshenko è rientrato anzitempo dalla visita a Berlino mentre continuano i botta e risposta tra Mosca e Kiev e la Nato definisce “tremenda” la situazione, come spiega il Segretario Generale Jens Stoltenberg. “Chiediamo un immediato ritorno al cessate il fuoco e il ritiro di tutte le armi pesanti già vietate in base agli accordi di Minsk. Agli osservatori OSCE, inoltre, deve essere garantito l’accesso libero e sicuro in tutta la regione. Questo deve includere anche il confine tra l’Ucraina e la Russia”

IL TWEET DI STOLTENBERG

Serious spike in violence in eastern Ukraine. Dire situation in #Avdiivka. #NATO calls for an immediate return to the ceasefire.

— Jens Stoltenberg (@jensstoltenberg) 1 febbraio 2017

Intanto, il rappresentante dell’Osce ai colloqui del Gruppo di Contatto a Minsk, Martin Sajdik ha fatto sapere che le parti sono disposte a un ritiro delle armi pesanti entro domenica 5 febbraio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: rotazione dei battaglioni, premiati alcuni soldati a Kiev

Guerra in Ucraina: Berlino invia Patriot a Kiev, aumentano i bambini uccisi negli attacchi

Guerra in Ucraina, Mosca dichiara agente straniero un giornalista della Bbc