EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Aborto: il papa della misericordia

Aborto: il papa della misericordia
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L’anno della misericordia si è chiuso domenica, ma lascia il segno.

PUBBLICITÀ

L’anno della misericordia si è chiuso domenica, ma lascia il segno.

Ieri infatti papa Bergoglio ha concesso a tutti i preti del mondo e per sempre la facoltà, concessa durante l’Anno Santo a mille “missionari della misericordia” di assolvere assolvere dal peccato dell’aborto coloro che se ne pentano.

L’aborto per la chiesa cattolica resta un peccato mortale, fino a oggi l’assoluzione era riservata ai vescovi, che potevano delegare i preti delle proprie diocesi.

Aborto e perdono: sei punti per capire. Per fare un po' di chiarezza su cosa ha detto veramente il Papa https://t.co/uoIl79o9EH

— Francesco Riccardi (@f_riccardi) November 22, 2016

Francesco, nella sua lettera apostolica “Misericordia et misera” ricorda che la Chiesa non cambia comunque la sua posizione sull’interruzione volotaria di gravidanza.

Dall’inizio del suo pontificato, Bergoglio sottolinea il bisogno di non trascurare la misericordia e non manca di fare aperture.

Se Bergoglio afferma che le persone omosessuali non devono essere discriminate, difende però la famiglia tradizionale, che resta il pilastro della società.
Sotto Francesco, la paternità responsabile diventa un valore, importante l’educazione alla sessualità e alla corporeità.

Fare figli come conigli, dirà testualmente Francesco, non vuol dire essere buoni cattolici, anche se i figli restano sempre un tesoro.

No basta con experimentar la misericordia de Dios en la propia vida; también es necesario ser instrumento de misericordia para los demás.

— Papa Francisco (@Pontifex_es) November 17, 2016

Nella sua lettera apostolica “Misericordia et misera” , il Papa ha anche annunciato l’istituzione di una Giornata mondiale dei poveri e di una giornata del perdono, nella quarta domenica di quaresima, oltre a nuove opere per esprimere la “misericordia come valore sociale”.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Pasqua, il Papa: "Fermare venti di guerra, scambio di prigionieri tra Mosca e Kiev"

Papa Francesco: "Preghiamo per le vittime di Mosca e per la pace", ma non legge l'omelia

L'autobiografia di Papa Francesco: "quando stavo male c'era chi pensava già al conclave"