EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Ungheria, dopo la bocciatura il governo rinuncia al "no ai migranti" in Costituzione

Ungheria, dopo la bocciatura il governo rinuncia al "no ai migranti" in Costituzione
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il capo del governo ungherese Viktor Orban non riproporrà al parlamento la modifica costituzionale che vietava il reinsediamento di massa nel paese di cittadini…

PUBBLICITÀ

Il capo del governo ungherese Viktor Orban non riproporrà al parlamento la modifica costituzionale che vietava il reinsediamento di massa nel paese di cittadini stranieri.

La proposta non è passata in aula per soli due voti, essendo mancato il sostegno del partito di estrema destra Jobbik che chiedeva la soppressione della possibilità per gli stranieri di acquistare un diritto vivere in Ungheria comprando buoni speciali del Tesoro per l’equivalente di 300 mila euro.

Si tratta della prima sconfitta parlamentare di Orban, premier dal 2010 e in possesso di una ampia maggioranza che gli ha già consentito di cambiare la costituzione ben sei volte.

Lo scorso 3 ottobre, un referendum sugli stessi temi non ottenne il quorum, avendo votato solo il 43 per cento degli aventi diritto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

János Bóka: "L'Europa deve avere rapporti diplomatici con la Russia"

Ungheria: primo dibattito politico in circa 20 anni, accuse alla Tv pubblica di "falsità"

Salis esce dal carcere: ai domiciliari in Ungheria in attesa di processo ed elezioni europee