EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Sudafrica: studenti ancora in piazza contro l'aumento delle tasse universitarie

Sudafrica: studenti ancora in piazza contro l'aumento delle tasse universitarie
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Gli studenti sudafricani tornano in piazza per dire no all’aumento delle tasse universitarie.

PUBBLICITÀ

Gli studenti sudafricani tornano in piazza per dire no all’aumento delle tasse universitarie. A Johannesburg si sono registrati scontri con la polizia dopo che l’ateneo di Witwatersand, chiuso da una settimana, ha riaperto i battenti. Un autobus è stato bruciato. Gli agenti hanno fatto ricorso a proiettili di gomma e gas lacrimogeni. Le proteste erano iniziate a settembre quando il ministero dell’Istruzione aveva annunciato un’incremento dei costi di iscrizione per i giovani.

“Se si resta indietro con il programma accademico – chiarisce Fasiha Hassan, rappresentante del Consiglio studentesco – la colpa non sarà degli studenti, ma del governo e dello Stato che non hanno saputo affrontare una crisi nazionale. E non si tratta di una crisi emersa ieri, ma di qualcosa che è cresciuta negli anni ed è diventata
una valanga che ci ha portato alla situazione attuale”.

In altri atenei i ragazzi hanno iniziato lo sciopero della fame per protestare contro il loro allontanamento temporaneo deciso dalla direzione accademica.

“Come studenti sospesi – spiega Lonwabo Nkonzo, iscritto all’università di Stellenbosch – stiamo facendo lo sciopero della fame perché siamo stati allontanati illegalmente dall’università. E non ci sono state date ragioni legali sul perché di un simile provvedimento. Questa sospensione è stata decisa per mettere a tacere il movimento studentesco”.

Gli studenti chiedono che alcune fasce sociali siano completamente esentate dalle tasse. L’aumento fino all’8%, prospettato dal governo, rischia di discriminare i più deboli, i ragazzi a basso reddito familiare, soprattutto quindi gli studenti di colore. Lo scorso anno la stessa protesta aveva ottenuto il congelamento delle imposte.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Violenta tempesta in Sudafrica, almeno undici morti: le immagini da Tongaat devastata dal disastro

Sudafrica, l'Anc non ottiene la maggioranza per la prima volta dalla fine dell'apartheid

Sudafrica al voto: elezioni legislative ad alto rischio per l'Anc, il partito di Mandela