ULTIM'ORA

Nato: al vertice di Varsavia l'Europa torna al centro delle preoccupazioni Usa

Nato: al vertice di Varsavia l'Europa torna al centro delle preoccupazioni Usa
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Un nuovo livello di cooperazione con l’Unione europea per rinnovare l’unità transatlantica. Nel quinto e ultimo vertice Nato di Barack Obama che si apre domani a Varsavia, il presidente degli Stati Uniti si concentrerà sul dossier più trascurato dalla sua amministrazione. Il Vecchio Continente è tornato al centro delle preoccupazioni di Washington di fronte alle minacce di guerra ibrida da est e alla Brexit.

“Certamente l’ambiente ora è molto più minaccioso. Sul pericolo di un’invasione imminente, penso che le probabilità siano poche – commenta Jeffrey Rathke, un ex vice direttore del gabinetto del Segretario generale della NATO – Ma l’attività russa è tale che gli Stati Uniti insieme agli alleati della NATO si rendono conto che sono necessarie misure difensive più efficaci”.

L’unità dell’Occidente è a un bivio dopo il voto sulla Brexit.

“Poiché gli Stati Uniti hanno un rapporto molto stretto con il Regno Unito e un dialogo importante con l’Unione europea, possono giocare un ruolo – sostiene Heather Conley, direttrice del Programma Europa presso il Centro per gli Studi Strategici e Internazionali – Ma prima dobbiamo decidere quale ruolo giocare e dobbiamo vedere se i nostri partner europei accetteranno la nostra iniziativa”.

A Varsavia, il presidente della Commissione europea e quello del Consiglio europeo incontreranno il presidente degli Stati Uniti. Il 13 luglio sarà la volta del vertice Nato-Russia.

“Washington ha evitato di affrontare le questioni europee ultimamente anche sull’onda d’urto creata dalla Brexit – conclude il corrispondente di euronews a Washington, Stefan Grobe – A Varsavia, il presidente Obama ricorderà la fragilità dell’Europa, ma il compito di un impegno più forte degli Stati Uniti probabilmente ricadrà sul suo successore”.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.