EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Brasile: lo scandalo Petrobras minaccia il governo ad interim, anche Temer coinvolto

Brasile: lo scandalo Petrobras minaccia il governo ad interim, anche Temer coinvolto
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In Brasile il governo ad interim perde il suo terzo ministro.

PUBBLICITÀ

In Brasile il governo ad interim perde il suo terzo ministro. Si è dimesso anche quello del Turismo, Henrique Eduardo Alves, implicato nel giro di mazzette legate a Petrobras. Il cerchio si stringe intorno allo stesso neopresidente: Sergio Machado, ex numero uno di Transpetro, filiale della Petrobras, ha accusato Temer di avergli chiesto 400mila dollari per la campagna elettorale di un politico del suo partito a San Paolo.

“Quelle di Sergio Machado sono dichiarazioni irresponsabili, insignificanti e false. Nulla ci impedirà di continuare a lavorare per il popolo brasiliano”, ha commentato Temer negando ogni coinvolgimento.

#NOTA É absolutamente inverídica a versão de que teria solicitado recursos ilícitos ao ex-presidente da Transpetro: pic.twitter.com/tvj052cvFo

— Michel Temer (@MichelTemer) June 15, 2016

La presidente Dilma Rousseff è stata sospesa dal potere ed è in attesa di un giudizio definitivo sulla sua destituzione da parte del Senato che voterà il 15 agosto, a 10 giorni dall’apertura dei giochi olimpici. Servono 54 degli 81 senatori per privarla di tutte le funzioni politiche per otto anni.

È accusata di aver truccato i conti pubblici nel 2014 alla vigilia del voto presidenziale in cui correva per il secondo mandato.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Aborto, le donne brasiliane scendono in strada contro proposta di legge "criminalizzante"

Madonna riempie la spiaggia di Copacabana: il concerto è record

Inondazioni in Brasile: almeno 55 morti e 70mila sfollati