ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scandalo consumi truccati, Nissan ne approfitta ed entra in Mitsubishi

Lettura in corso:

Scandalo consumi truccati, Nissan ne approfitta ed entra in Mitsubishi

Scandalo consumi truccati, Nissan ne approfitta ed entra in Mitsubishi
Dimensioni di testo Aa Aa

Trasformare lo scandalo dei consumi truccati in opportunità. È questo che devono aver pensato i vertici di Nissan, i quali mercoledì hanno annunciato l’ingresso nel capitale di una Mitsubishi finita in disgrazia. Quasi 2 miliardi di euro con cui il produttore, già legato da un’alleanza di capitale con Renault, acquisterà azioni di nuova emissione della casa giapponese, raggiungendo il 34% delle quote.

“Noi di Nissan – ha detto l’amministratore delegato Carlos Ghosn (che è anche capo di Renault) – siamo determinati a difendere e far crescere il marchio Mitsubishi Motors e aiuteremo questa compagnia a superare i problemi che sta affrontando. In particolare, cercando di restaurare la fiducia tra i clienti sulla questione dei consumi”.

“Faremo crescere Mitsubishi e l’aiuteremo a superare i problemi che sta affrontando”

Un passo in avanti nel rapporto tra le due case automobilistiche, che già dal 2011 collaboravano nello sviluppo e nella produzione. “Credo – ha detto il numero uno di Mitsubishi Osamu Masuko – che quest’alleanza di capitale sarà apprezzata da clienti, partner, azionisti, impiegati e tutti coloro che hanno un interesse nella nostra azienda e che oggi sono preoccupati”.

Un gioco a somma positiva, secondo gli esperti. Nissan, che in pratica controllerà Mitsubishi, otterrà una “testa di ponte” nei Paesi del Sud Est asiatico dove il marchio è forte. Mentre Mitsubishi potrà far fronte alle conseguenze delle ammissioni delle scorse settimane: consumi dichiarati “falsati” per almeno quattro modelli e impiego di test non a norma.