Scandalo emissioni, Mitsubishi ammette: test manipolati dal 1991

Scandalo emissioni, Mitsubishi ammette: test manipolati dal 1991
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un’ammissione dopo l’altra, si aggravano le responsabilità di Mitsubishi Motors nello scandalo della manipolazione dei test sulle emissioni

PUBBLICITÀ

Un’ammissione dopo l’altra, si aggravano le responsabilità di Mitsubishi Motors nello scandalo della manipolazione dei test sulle emissioni inquinanti.

Manipolazioni che duravano da 25 anni, ovvero dal 1991, come ha riconosciuto oggi uno dei dirigenti del gruppo nipponico.

Non solo i metodi per i test erano inadeguati, ma l’azienda ha anche alterato i dati dei modelli meno efficienti, ha detto
il presidente di Mitsubishi Motors, Tetsuro Aikawa, durante una conferenza stampa.

“L’inchiesta interna sta procedendo e ha permesso di accertare il periodo in cui si sono svolte queste irregolarità – ha dichiarato – ma resta ancora da capire chi siano i responsabili e per quali motivi abbiano agito in questo modo”.

Ufficialmente sono 625.000 i veicoli interessati, tutti venduti sul mercato giapponese e limitati a quattro modelli di minicar. Ma secondo il quotidiano economico Nikkei, i modelli sarebbero invece “alcune decine”.

In una settimana, il valore delle azioni Mitsubishi si è quasi dimezzato.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Giappone, fermi 12 impianti su 14 della Toyota a causa di un "guasto al sistema"

Ungheria, dipendenti licenziati e lavoro temporaneo. Il caso Continental

Gaza, decine di morti in un attacco contro un edificio residenziale a Khan Yunis