EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Sci, CdM: coppetta alla Gut, la Weirather vince l'ultimo superG

Sci, CdM: coppetta alla Gut, la Weirather vince l'ultimo superG
Diritti d'autore 
Di Cinzia Rizzi
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Lara Gut mette in bacheca un altro trofeo. Dopo la sfera di cristallo, la svizzera conquista anche la coppetta di superG, grazie al secondo posto

PUBBLICITÀ

Lara Gut mette in bacheca un altro trofeo. Dopo la sfera di cristallo, la svizzera conquista anche la coppetta di superG, grazie al secondo posto sulle nevi di casa, a St. Moritz. La 24enne ticinese sale per la quarta volta sul podio quest’inverno nella specialità, fermandosi a 41 centesimi dalla vincitrice, Tina Weirather. Quanto basta per assicurarsi il titolo, proprio davanti alla rivale.

.Laragut</a> won her second <a href="https://twitter.com/fisalpine">fisalpine super G globe today at StMoritz2017</a>: <a href="https://t.co/p9658GbxsN">https://t.co/p9658GbxsN</a> <a href="https://twitter.com/hashtag/stmoritzfinals?src=hash">#stmoritzfinals</a> <a href="https://t.co/6RyJCnMh1t">pic.twitter.com/6RyJCnMh1t</a></p>&mdash; SkiRacing.com (SkiRacingCom) 17 marzo 2016

La 26enne del Liechtenstein trionfa in una splendida giornata di sole, domando alla perfezione la “Corviglia” e tagliando il traguardo in 1’18’‘93. La Weirather ottiene così il sesto successo in Coppa, il quarto in superG, il secondo stagionale.

Completa il podio, Cornelia Hütter. La sciatrice austriaca si ferma a 59 centesimi dalla vincitrice di giornata, chiudendo nella top 3 per l’ottava volta in questa stagione. La migliore delle italiane in pista, infine, è Federica Brignone, ottava.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gino Mäder non ce l'ha fatta: caduta fatale al Giro di Svizzera

Qatar 2022: Marocco-Spagna e Portogallo-Svizzera per un posto ai quarti

Mondiali: Portogallo e Brasile qualificati, Uruguay quasi eliminati