EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

La Macedonia lascia passare 300 migranti. Numerose manifestazioni contro le barriere

La Macedonia lascia passare 300 migranti. Numerose manifestazioni contro le barriere
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dalla Spagna a Bruxelles, in piazza per chiedere corridoi umanitari per chi fugge dalla guerra.

PUBBLICITÀ

Sono ancora circa 6.000 i migranti bloccati alla frontiera di Idomeni tra Grecia e Macedonia, 500 dei quali sistemati in una stazione di servizio, gli altri ad affrontare le avverse condizioni atmosferiche in una tendopoli.

Nella giornata di sabato il confine è stato brevemente riaperto, lasciando passare 300 persone, per lo più disabili e malate.

La chiusura del confine è avvenuta tre giorni prima, a causa della stretta compiuta lungo tutta la rotta balcanica al passaggio dei migranti.

Questo giro di vite ha indotto la reazione della gente. In Spagna innanzitutto, dove sono state organizzate nella giornata di sabato manifestazioni in numerose città: SiGlia, Valencia, Barcellona e l’isolana Palma de Maiorca tra le altre.

La richiesta, al grido di “pasaje seguro” è l’apertura di un corridoio umanitario e consentire, dunque, viaggi in completa sicurezza per i richiedenti asilo.

Circa 3.000 persone si sono riunite a Bruxelles, principale centro decisionale dell’Unione Europea, per chiedere accoglienza e assistenza per i migranti.

Manifestazioni improvvisate sui social anche in diverse città tedesche (Berlino, Francoforte, Dresda, Amburgo) e a Parigi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania, Scholz: gestire meglio rimpatri, scuse a Varsavia per migranti afgani lasciati al confine

La Grecia respinge le accuse di brutalità contro i migranti, inclusi i presunti abbandoni in mare

L'Europa che voglio: guerra in Ucraina, cosa farei da europarlamentare