EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

L'Isil avanza in Siria e arretra in Iraq, è battaglia per il controllo di Ramadi

L'Isil avanza in Siria e arretra in Iraq, è battaglia per il controllo di Ramadi
Diritti d'autore 
Di Salvatore Falco
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L’Isil avanza in Siria e arretra in Iraq. I combattenti jihadisti sono all’attacco del quartiere Sinaa di Deir Al Zor, dove già controllano la parte

PUBBLICITÀ

L’Isil avanza in Siria e arretra in Iraq. I combattenti jihadisti sono all’attacco del quartiere Sinaa di Deir Al Zor, dove già controllano la parte orientale della città.

I bombardamenti della coalizione internazionale a guida statunitense si stanno concentrando invece su Raqqa, dove cercano di arrivare i combattenti curdi che hanno preso il controllo di una diga nel nord del Paese.

Fonti militari nordamericane stimano che i ribelli anti-regime hanno guadagnato 1000 chilometri quadrati di terreno nelle ultime sei settimane. L’obiettivo è quello di spezzare in due lo Stato islamico e isolare, così, la roccaforte a nord di Aleppo dai territori ad est del fiume Eufrate, dove si trova Raqqa.

Le forze armate irachene sono impegnate invece a riprendere Mosul e Falluja per cercare di entrare nel cuore del autoproclamato Califfato.

I militari iracheni avanzano più lentamente verso Ramadi dove è troppo alto il rischio di provocare vittime civili. L’obiettivo è la presa di quella che fu la sede dell’ex governo provinciale. La riconquista di Ramadi è una priorità per l’esercito iracheno che a maggio subì un’umiliante sconfitta, consegnando all’Isil gran parte del Paese.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Iraq, battaglia finale per Ramadi: oltre la metà della città strappata all'Isil

Iraq, parlamento approva la legge per criminalizzare l'omosessualità: fino a 15 anni di reclusione

Iraq, attacco contro una base militare: un morto e otto feriti